Smontata la campagna di disinformazione contro Brebey

Smontata la campagna di disinformazione contro Brebey

Da circa tre anni la società Brebey è oggetto di una sgradevole e ingiustificata campagna di disinformazione, attuata con per screditare e denigrare il suo lavoro, la sua tecnologia e i suoi prodotti con false accuse mirate a limitarne l’attività commerciale. Una situazione particolarmente incresciosa per una società che ha sempre svolto la propria attività con impegno, trasparenza e correttezza, cercando faticosamente di ritagliarsi uno spazio nel mercato di competenza puntando esclusivamente sulla qualità dei propri prodotti e sulla soddisfazione dei clienti.

Il lavoro di ricerca e sviluppo di Brebey, realizzato negli anni con il supporto scientifico del Dipartimento di Fisica Tecnica della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cagliari, ha permesso di individuare prodotti a basa di lana di pecora innovativi e perciò estremamente validi.

Per questo alla nostra società sono arrivati numerosi attestati di apprezzamento e riconoscimenti, fra i quali il premio “Impresa Ambiente” promosso dal Ministero dell’Ambiente. Nel frattempo venivano depositati due brevetti industriali relativi alle innovazioni di prodotto sviluppate da Brebey.

A dispetto di ciò sia in sedi private che in alcuni convegni e dibattiti pubblici non è mancato chi, del tutto immotivatamente e con un mero intento denigratorio, ha cercato di screditare i risultati ottenuti. Il culmine di tale situazione si è avuto con una serie di esposti presentati alle competenti autorità da una importante associazione di categoria, che ha accusato Brebey di frode commerciale, pubblicità ingannevole e pratiche commerciali scorrette.

Avendo atteso con fiducia e pazienza la definizione dei procedimenti a suo carico, Brebey può oggi comunicare con soddisfazione l’esito dell’istruttoria svolta: entrambi i procedimenti che da tali segnalazioni presero vita (sia quello attivato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sia quello effettuato dalla Procura della Repubblica di Cagliari) sono stati archiviati, essendo emerso dalle indagini che nessuna delle violazioni per cui la società Brebey era stata segnalata aveva fondamento.

Brebey, lieta di essere stata del tutto scagionata dalle pretestuose accuse a lei rivolte, si rituffa oggi con ulteriore entusiasmo nel proprio lavoro di innovazione sostenibile.

 PER CONTATTI E INFORMAZIONI:

info@brebey.it